Chi paga il papiro di laurea e come risparmiare

Chi paga il papiro di laurea?
Chi paga il papiro di laurea?

Il papiro di laurea può risultare costoso se si utilizzano strumenti professionali e caricaturisti professionisti. Scopriamo insieme quanto potrebbe costare e soprattutto..chi paga il papiro?

In genere l’impaginazione può costare poche decine di euro e si può risparmiare ulteriormente se si utilizzano strumenti online. Quello che costa di più, sicuramente, è la caricatura di laurea.

A seconda del professionista contattato la caricatura può arrivare a  costare più di 100 euro. Non è un caso che, ultimamente, sta spopolando il cruciverba di laurea come alternativa alla caricatura. Più veloce ed economico.

Ma vi starete chiedendo: perché costa così tanto la caricatura? Chi paga? Beh, è un prodotto artistico, un pezzo unico, fatto a mano da un professionista. Può essere fatta a mano su carta oppure sulle moderne tavolette grafiche. E’ un’opera artigianale che fotografa la vita del laureato e le sue disavventure. Solo per darvi un’idea guardate queste caricature quanti dettagli contiene: caricature di Michele. Oppure queste in digitale quanto sono particolari: caricature di Valentino.

Chi paga il papiro di laurea dunque? Calcoliamo i costi: sommando l’impaginazione (es: 15 euro), la caricatura completa (es: 80 euro), le diverse stampe e copie (es: 5 euro cad per 10 copie = 50 euro) otteniamo un prezzo complessivo di circa 145 euro.

Chi paga il papiro

Gli amici del laureato sono disposti a spendere tanti soldi? Dubito. Ma la questione non è questa. Piuttosto: chi paga il papiro di laurea?

La risposta è presto data: i genitori del laureato! Sono loro che devono investire sulla buona riuscita della festa del figlio. Per cui, il mio consiglio, è di sensibilizzare sin da subito i genitori. Solitamente essi sono ben lieti di contribuire, anche economicamente, a rendere unico l’agognato traguardo.

Pensaci, se fosse proprio tuo figlio a laurearsi avresti problemi a spendere qualche soldo in più per un papiro o una caricatura da sogno? Penso proprio di no, ed è giusto che sia così.

Come risparmiare

Se invece sei timido e non vuoi scomodare i genitori, oppure questi ultimi non sono disposti a spendere la  cifra, potete adottare qualche semplice stratagemma per risparmiare: usare le foto per addobbare il papiro e sostituire la caricatura con bel cruciverba di laurea.

In entrambe i casi la parola d’ordine rimane creare un papiro di laurea unico, originale e divertente. Mai perdere di vista l’obiettivo. Il neo dottore lo porterà nel cuore per tutta la vita. Gli aneddoti del giorno della laurea sono raccontati dai nonni ai nipoti. La tradizione continua.. anche di fronte alle crisi economiche! E ricordatevi: chi paga il papiro di laurea? I genitori 🙂