Papiro: testo, rime e ringraziamenti

Ringraziamenti di laurea, testo del papiro, esempi di frasi in rima, frasi divertenti.
Codice: TmKoPDGapQT



Università Ca' Foscari Venezia

Oggi 12 Aprile 2019

è dottoressa in Scienze della società e del servizio sociale

L'infanzia

Nel 1996, venerdì 17 maggio
Della (s)figa sei stata un omaggio
La sfortuna si è fatta subito sentire
e da qui tutti i racconti faremo partire.
Nemmeno da piccola sapevi aspettare
e l’incubatrice hai subito voluto occupare.
Avevi solo tot anni
Che già con la cacca facesti danni:
hai marcato la strada come pollicino
ma non le briciole uscivano dal vestitino,
tutti pensavano fosse stato un coniglio
a lasciare ciò che non profumava come un giglio.
Ma anche la pipì non è stata da meno
Era molto difficile tenerla a freno:
Quando in spalla la mamma ti ha messo
Tu ti sei sentita seduta nel cesso,
così le hai scaldato il collo
lasciando la mamma e i vestiti a mollo.
A tuo padre bisognerebbe dare un trofeo,
per aver salvato il tuo peritoneo,
di notte il sintomo era chiaro
due bicchieri di acqua sono un evento raro.
Ma questa non è la tua unica cicatrice
Hai avuto dei chiodi senza cornice/della sfiga sei stata acclamatrice:
per questo sei finita sul giornale
il mare l’hai visto con il cannocchiale.
Femore rotto sei andata in ospedale,
ma come diceva la signora:”non ti sei fatta tanto male!”.
Porti ancora i segni di quel giorno
Anche se dopo un breve periodo eri già di ritorno
non a piedi ma su una careghetta
con un bambino disabile hai fatto garetta
Non eri nuova poi con la velocità
Già da bambina stavi dietro a papà
Un talento incredibile, tutto convinto ti prese la bicicletta
Anche se è durata poco: l’entrata del garage era bassetta
È meglio con la bici non sei andata avanti tanto
ai complimenti rispondevi con un bel pianto
povero tuo papà che quando sei arrivata in cima
voleva solo dirti:”ma che brava bambina!”
Sei sempre stata una dalle idee poco chiare
Ripensa un po’ a quanti sport sei riuscita a cambiare
Anche alla nonna dicevi sempre:”voglio fare la stilista”
Ma poco dopo avevi un altro punto di vista
Adesso che hai la laurea ti vogliamo più decisa e basta
Non come quando avevi paura di chiedere altra pasta

Le medie

In seconda media il Seminario fu galeotto
trovasti delle amiche con cui fare complotto,
Mentre i pretini giocavano a calcio
i discorsi su Amici erano d'intralcio:
Elena con Luca, Arianna con Valerio,
Solo l'anno successivo le hai capite sul serio,
Quando di Pierdavide Carone ti sei innamorata
Da lui in ospedale volevi essere portata. (CANTA)
L'amicizia si è consolidata d'estate
La camera 17 era piena di risate:
Come quando don Enrico tutte le mattine
Da sotto il terrazzo ci svegliava con le canzoncine,
Tra tutte quella del fungo era la tua preferita
Cantacela adesso finché non è finita.
Un giorno ci hai svelato una tua grande passione:
Catalogare lumache con grande attenzione,
Tutta orgogliosa ci mostrasti il quaderno
Con nomi e caratteristiche di ognuna all'interno,
Ma tra tutte una ci colpì,
Per il nome Ikea ridemmo tutto il dì. (BEVI A IKEA)
Esso divenne un soprannome fondamentale
di colui che sul calzino aveva un buco abissale:
Davide Lamberti si chiamava
e mettersi le tue forcine rosa amava.
Ma è stato l’inizio di un lungo gioco
i supermercati ci piacevano non poco:
Coop con i vetri scuri, Pam con i vetri chiari
non rappresentavano solo luoghi di alimentari.
Ma i soprannomi erano davvero una mania
i tuoi nomi facebook mettevano sempre allegria:
da Giulia Ikeina Avoni sei partita,
ma presto da Petauro è stata sostituita,
infine dopo una pranzo di penne al ragù
quando ne avevi cucinate per una crew,
di cibo non hai smesso riempirti
così hai deciso in Pennettula di convertirti.
In quei pomeriggi con Elena ti sei appassionata,
Ai consigli di Nonna Lea eri abbonata,
Famosa per utilizzare una tecnica particolare,
con il trapano le patate era solita a pelare.
Insieme vi siete poi dedicate ai videocommenti
dove affrontavate diversi argomenti:
in realtà non erano che tentativi
di allenare i vostri istinti creativi.
In realtà così brava non eri a recitare
in molte occasioni hai fatto davvero cagare:
alle medie la Barizza ti ha incastrato
a interpretare un personaggio davvero rinomato,
il tuo copione consisteva in una sola battuta
con la quale sei rimasta fottuta:
mentre Arianna ballava come ‘na mignotta’
tu dicevi: “Sono Carlotta la marmotta e mangio una carotta”.
Anche l’anno successivo ti è andata male
un libro bruciato era un compito banale.
Hai sempre avuto un animo trasgressivo
in gita in seconda hai attuato un progetto furtivo:
hai convinto tutti a scavalcare un balcone
e loro ti hanno seguito con grande emozione,
nella camera di fianco il kamasutra spiegavano,
e le conoscenze che avevi non ti bastavano.
Finchè non siete state scoperte
perché a nascondervi sotto ai letti eravate inesperte.
La Serenella vi ha accompagnate dalla dirigente
che, per fortuna, non vi ha fatto niente.

Amori

ma la tua migliore amica te l’ha fatta sotto il naso.
Non possiamo tralasciare Davide Campagna,
anche con lui non hai mancato di fare la cagna.
Non dimentichiamoci poi che ci è quasi scappato l’incesto
con un messaggiatore molesto.
Sì, è proprio di Carlo di cui stiamo parlando
che a tutti il cazzo stava scassando!
Nemmeno al tuo quasi-fratellastro hai lasciato scampo,
si era tutto scaldato per un bacio a stampo.
Ma appena la dichiarazione fu pronunciata
subito la tua figa si è legnificata.
Nell’autobus sei fuggita insieme a Di Meo,
tirando al tuo spasimante un bel marameo! (BEVI PER CARLO)
Ma è giunto il momento
di affrontare il tuo grande innamoramento:
ai Cappe sei sempre stata affezionata
Ma con uno per molto tempo avanti l’hai portata:
A Francesco ci stiamo riferendo
a cui il prepuzio stavi deglutendo.
Tutto è iniziato grazie a Marco come intermediario,
che ha saputo metterti sul giusto binario:
un appuntamento a tre hai richiesto
sperando non finisse troppo presto.
Al mare ti ha scritto una canzone
sperando alla sera di giocare a scopone:
ma quando hai scoperto che il sole di là non tramontava
la figa ti si seccava,
l’hai interpretato come un segno divino
e gli hai negato pure un pompino.
Ma visto che non l’hai mai avuta cucita
non ci hai pensato molto a farci mettere due dita:
Tommaso in tenda si è dato da fare
mentre il povero cappe affianco la musica era intento ad ascoltare:
mentre con le cuffiette era distratto
Tommaso te le ha infilate di soppiatto.
Non volevi che lo sapesse nessuno
Ma “Vuoi due dita di acqua?” ti è sembrato inopportuno,
così ti sei resa conto che lo sapevano tutti
“siete degli amici di merda” ci hai urlato come fossimo farabutti.
Ma noi a mangiare abbiamo pensato
e “buon appetito” ti abbiamo urlato.
Nonostante tutto Cappe non si è arreso
e sul cancello la canzone ti ha appeso:
ma nemmeno questo ti ha trattenuto
il blocco su whatsapp ancora è mantenuto.
Della compagnia mancherebbero solo Andrea, Luca e Simone
ma era conclusa la tua carriera da troione:
Infatti è arrivato Roberto
che perfino il culo ti ha aperto.
Questa lunga lista ha concluso,
riempiendoti così anche l’ultimo buso.
La prima volta ad un compleanno lo hai incotrato
Ma una buona impressione non ti aveva lasciato.
Era solo però questione di tempo
Da Niero già limonavate a tradimento.
Ti sei fatta conquistare alla vecchia maniera
Parole dolci ed una vodka intera
Ti è rimasto così tanto impresso
Sei stata tu a fare il primo passo
Diciamolo eri proprio disposta a giocare sporco
Coi suoi amici hai pure finto di essere un orco (dio)
Ti eri così tanto immedesimata in quel brutto topo
Che non ti ricordavi di dover uscire il giorno dopo
Nel suo cuore sei entrata più di tutti
Sfondando il garage col paraurti (Spiega)
Parlando di auto un po’ di consigli per andar lontano:
In autostrada è meglio toglierlo il freno a mano!
Meglio fermarsi ormai sei arrivata
La persona giusta ormai l’hai incontrata!



Eccoci giunti ad un nuovo capitolo
Mettetevi comodi, avete letto il titolo.
Sei sempre stata molto richiesta,
e anche spesso corteggiata, sii onesta:
anche tu non ti sei mai tirata indietro
volevi lo scettro avanti e retro
.Elena in questo era molto preoccupata
per tutte le persone a cui l’avresti data,
cercava di essere la tua parte razionale
anche quando volevi farlo anale.
Cominciamo la lista tanto temuta
forse sbagliando l’ordine in cui è avvenuta:
purtroppo la lunghezza in questo caso non giova,
a te che di relazione ne avevi sempre una nuova.
In terza media eri ancora adolescente
Ma abbastanza grande da apprezzare i tesori d’oriente,
Simone Giallombardo è difficile da dimenticare
Che sia stato il primo a volerti deflorare?
Passiamo a Marco, con la caratteristica stramba
Di avercelo lungo come la tua gamba,
Sia lui che Francesco con la tua amica Dana hai condiviso
Entrambi ti avrebbero aperto a metà con un sorriso.
A Roma per Davide Garbin provavi un’emozione profonda
Gliel’avresti lanciata con una fionda
Ma purtroppo lui se n’è accorto troppo tardi,
Avevi già cambiato l’obiettivo a cui lanciare sguardi.
Nemmeno con il suo omonimo è andata diversamente,
neanche Davide Coldebella ti ha cagato minimamente.
Anche a gente sconosciuta la volevi calare
Ti ricordi di Giacomo che Luca Rosso ti ha fatto incontrare?
Al cinema siete usciti per un appuntamento
Ma l’hai lasciato visto che non poteva permettersi un vero corteggiamento.
Nemmeno in viaggio ti sei molto trattenuta,
e ti sei spesso rivelata una regina assoluta:
quando da sola decidevi di partire
tornavi a casa con storie a non finire,

così indimenticabili sono state le tue relazioni a distanza
perché di cazzi ne hai sempre avuti in abbondanza.
Con Manuel ci hai fatto una testa piena
L’Irlanda è stata davvero una vacanza amena:
Non ricordiamo bene come tu l’abbia incontrato
Ma te lo sei almeno trombato?
Oltre all’Irlanda anche a Walsall da sola sei stata
e Davide di Roma non ti ha più dimenticata,
anche quella era la storia della tua vita
peccato che dopo un mese fosse già finita.
Per le tue idee chiare non sei famosa
più volte sei stata davvero frettolosa.
Ma per tenere d’occhio le tue cotte lontane
Hai dato sfogo alle due idee più malsane:
un profilo facebook fasullo ti sei creata
Chiara Lasta è stata l’identità ideata.
Ma non è stata l’unica occasione
in cui hai dato sfogo a questa propensione:
poco dopo con Alessio Zanotto hai voluto esagerare,
con una tua compagna di classe hai iniziato di nascosto a chattare:
di tale Alessio si era invaghita
l’hai fatta disperare facendola sentire tradita,
e per uscire da questa situazione avvilente
hai dovuto fingerti sua lontana parente. (BEVI E RACCONTA)
Ci hai dato dentro anche al mare
Quando con Dana ve la volevate spassare:
Con un tipo conosciuto quella sera limonavi



dicci la verità: almeno il nome te lo ricordavi?
Al mare a Cavallino ti sei innamorata persa
di una persona estremamente estroversa:
pomeriggi passati a fare cruciverba
non ti hanno distratta dal pensiero di una scopata superba.
E prontamente ecco colui che si distingueva
con una chioma riccia che tanto ti piaceva
nei diari di bordo si legge che Gabriele si chiamasse
e stranamente speravi ti chiavasse:
i tuoi capelli morbideggevoli ha tanto elogiatoma
anche lui alla fine non ti ha più cagato.
Citiamo anche Luca Degani
il tuo innamoramento è durato fino all’indomani?
Questo non possiamo ricordarlo
Ma sarebbe stato un peccato tralasciarlo.
Proseguiamo con la montagna, dove non ti sei smentita:
la lista si sta facendo davvero infinita.
Con Irene e Elena formavate un magico trio
in Via Treviso si stava davvero da dio:
Ma il tempo passato in macchina, ascoltando di De Gregori
non ha saputo placare i tuoi focosi bollori:
dopo pranzo si scendeva ai campetti
per dimostrare a tutti quanto si era pallavolisti provetti.
Sicuramente non per la tua bravura sei stata notata
Ma comunque in molti ti hanno corteggiata:
a partire da Filippo Giora
che non sappiamo chi sia tuttora,

72 H

Nella tua vita anche di altro volontariato ti sei interessata
e a dare una mano sei sempre stata portata. (BEVI PER LA TUA BRAVURA!)
Nell’ormai lontano 2012 ci siamo imbarcati in un progetto
e fidandoci della Dana siamo partiti con qualche sospetto.
Dapprima a Jesolo siamo approdati
in un centro anziani un poco malandati.
Questi poveri vecchietti avevano bisogno di tanta compagnia
e subito le migliori si son portati via.
Insegnando a te e alla Dana “bocce al biliardo”
le sere successive il letto ci ha visto ad un orario sempre più tardo;
perchè ormai ci eravamo invasati
e dei giocatori provetti siam diventati!
Tutti carichi e sorridenti,
peccato per le cene un po’ deludenti..
al McDonald avevamo tappa fissa,
ma in realtà sognavamo qualche fetta di sopressa.
Dopo tre giorni di fritto e carne di plastica
avevamo tutti bisogno di una dieta drastica!
Non dimentichiamoci poi le nanne divertenti
che a tutti volevano portare lieti momenti;
Una ninnananna hai inventato
e a tutti il dolce augurio hai portato.
Faccela sentire anche qui..
Faceva più o meno così:
“Buonanotte a tutti,
belli e brutti,
alti e bassi,
come i materassi!”
L’anno successivo un ganzo Davide Gorgi ci ha accompagnato
a prestare servizio nel sagrato!
“Corbezzoli!” era del gruppo il motto
ma quell’anno ci hanno tirato proprio un bel complotto:
il bagno era proprio un miraggio
e noi ci si preparava a 72 ore con tanto coraggio..
la doccia era proprio inesistente:
di sicuro non eravamo capitati in un posto accogliente!
A smistare vestiti c’avevano arruolato
ma qualcuno a casa te lo saresti portato!
Il tuo buon gusto non fallisce mai
e vestita così chissà dove finirai..
Ma passiamo a cose più divertenti
ascoltate tutti e state ben attenti!
Alla Giulia calma non piaceva stare,
così una battaglia di maionese con Marco ha iniziato a fare,
peccato che poi di mezzo ci son andati tutti
e il cibo ci ha completamente distrutti.
Come trascurare poi la mitica Golosella,
tanto decantata ma mai buona quanto la Nutella;
le colazioni ci ha decisamente allietato
peccato che non era gradita al tuo fine palato.
Meglio una frittata mezzanotte
anche se le uova erano un po’ scotte.
Ma la pasta tonno e pomodoro è stata la vera rivelazione
di un mondo inesplorato e pieno di testosterone! (BEVI E RACCONTA!)
Sì, insomma, non si può dire che non ti sia divertita
insieme agli amici di una vita,
a far cazzate anche nelle piccole cose
sicuramente hai passato delle giornate molto festose!


seguito da Luca Pavan, tre anni meno di te,
ad andare in galera non ci è mancato granchè,
siete stati a baciarvi una sera fuori dalla porta
dopo un giorno intero in cui hai fatto la gatta morta,
nonostante l’età era effettivamente carino
se non te lo ricordi, ti stava simpatico anche il fratellino.
Ma nonostante il rischio delle manette non ti sei fermata
visto che al nome Marco sei sempre stata affezionata,
così sia Marco Paolini che Marco “Zainetto” ti hanno rapito il cuore
peccato di entrambi ti sei stufata dopo poche ore.
Sempre a Gallio, il tuo vicino hai fatto innamorare
ti attaccava sempre bottone perché ti voleva trombare:
Gollum non ha mai avuto successo:
per fortuna, perché era davvero un cesso.
Ma finiamo qui con le tue cotte estivee
proseguiamo con quelle più impegnative.
Partiamo dal campo, dove hai incontrato Pippo Tasso
non ti ghe ga magnà neanca el casso,
mentre Carraro sotto cassa stava ballando
sul divano di Manzo voi invece vi stavate limonando.
Nuovamente hai cambiato idea,
non mancando di comportarti da buea:
Demian l’hai proprio voluto
ci mancava poco che sul viso ti fosse venuto:
proprio lui ti ha chiesto di mettervi insieme,
ma il giorno successivo alla Marina aveva già dato il seme,
non sei stata tu la zoccola in questo caso

Cara Giulia, anche se non vuoi
Un pochino bisogna parlare pure dei fioi
La prima volta che abbiamo sentito la tua voce
È stato da un audio di pobi, per la buonanotte
Ci congratulammo con lui per la sicura pinciata
E invece si è beccato un'inaspettata fidanzata
Uscire coi fioi è di certo impegnativo
È come fosse un costate aperitivo
Infatti oggi arrivi qui, di certo preparata
A una stecca incredibile, Madonna impestata
Scusa il francesismo ma ci volevamo vendicare
Di quando a capodanno ci hai detto "è ora di andare"
3 giorni di fuoco, più di quanto uno vorrebbe
Stranamente poi tu avevi la febbre
Oki e tachipirina ti hanno un po’ tirato su
Ma alla fine è il Bonarda che ha fatto il più
La medicina migliore doveva dartela Roberto
Ma era occupato a fare l’idraulico inesperto
Nonostante tutto, oggi siamo qui tutti i fiobi
Quindi congratulations4giulia e like4pobi


I fioi da Scorzè

Ringraziamenti

Si ringrazia la mucca che nel selfie volevi immortalare insieme ad Elena, ma ha ben pensato di innondarvi con la sua plin-plin
Si ringrazia Elena per il supporto psicologico e RAZIONALE prestato..adesso però le devi pagare la parcella
Si ringrazia il marciapiede davanti all’Iguazù per aver sopportato gli innumerevoli tentativi di camminata sincronizzata con Martina
Si ringrazia Roberto per la sopportazione vita natural durante
Si ringraziano i commessi dello showroom di bagni per la calma mantenuta nonostante il tuo regalino
Si ringraziano gli amori mai nati per averci dato la possibilità di prenderti tanto in giro
Si ringraziano le lumache, ma soprattutto la lumaca Ikea
Si ringraziano il tennis, il pattinaggio e la danza per averti fatto capire che dovevi dedicarti ad altro
Ma soprattutto si ringraziano gli amici tutti, per le gioie, le risate e la compagnia