Testo e rime del Papiro di Laurea

Tags: ringraziamenti papiro di laurea, esempi di testo, spunti frasi per papiro, frasi divertenti



ALESSANDRA BOGGIAN
È Dottoressa in Biotecnologie



Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie
Corso di Laurea in Biotecnologie per la salute




UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FERRARA

INFANZIA

Nata il 18 giugno dell’anno del bue sotto il segno dei gemelli,
nella tua incubatrice non eri proprio tra i bebè più belli.
Ben presto le tue sventure superasti da infante guerriera
e dell’essere una presunta medica avresti fatto una precoce carriera,
Fin dal primo vagito fosti esperta di sintomatologia,
offrendo diagnosi e cure a chiunque fosse in tua compagnia.
Con le domande più assurde sei sempre stata testarda
e davanti a dei soldati impegnati nel cambio della guardia
“Sono ancora vivi?” Chiedesti stupita
mentre la povera Rosaria sorrideva divertita.
“C’erano i dinosauri quando eri piccola?” volevi farti dire,
e Rosaria per mangiare facevi davvero impazzire.
La passione per gli sport fin da piccola hai sempre avuto,
e molti sportivi negli anni a venire avresti conosciuto.
Tra danza, nuoto, pianoforte e altre diversioni
la scuola non era proprio tra le tue missioni.
Alle elementari ammettere che non eri una cima non volevi
e nei quaderni già corretti per sentirti la prima “OTTIMO +” aggiungevi .
Dalla lavagna con gran precisione non hai mai copiato,
e sostenevi che “l’abirinto” con l’apostrofo la maestra avesse usato.
Tra le grida di una sventurata ciclista e la madre che minaccia la gendarme
con provocazione e sfida hai saputo spesso creare allarme,
a Parigi avevi rischiato la vita con disinvolta ostinazione,
mentre la pazza urlava “assicurazione”!
Entrambi gli incisivi hai rotto giocando in giardino
e di nascosto cercavi di riattaccare il pezzettino,
da lì negli anni il buon Quirino avresti visitato,
che una dentiera nuova ti avrebbe montato.
Quando da piccola sparivi creavi gran scompiglio,
perché a qualcosa di losco lavoravi con cipiglio.
Tagliarti le unghie era la millantata barzelletta
ma per sbaglio la forbicina intercettò la frangetta.
Con i cugini in piscina eri proprio la miss,
ma con la mamma nella turca hai fatto sbriss
con un piede sei scivolata
e per la vita sei rimasta traumatizzata



SCUOLE MEDIE

Quando alle scuole medie sei arrivata
con due ragazze subito bene ti sei trovata
con Emma e Martina formavate un trio
ma quei jeans della timer. . . .da lasciare nell’oblio
sempre uguali vi vestivate,
mentre i primi reggiseni imbottiti scoprivate.
all’epoca con il trucco non avevi eguali,
tanto che ‘meno malta e più cervello’ ti disse la Vitali.
di zac efron eri innamorata
infatti un libro su di lui con emma ti sei comprata,
ma non contenta del suo sosia ti sei invaghita
e la foto di Peruffo hai rubato dalla bacheca impazzita,
con le tue amiche lanciavi sguardi amari
anche se lui non vi cagava pari.
In questi anni per la prima volta i capelli ha cambiato,
e da qui mai tregua avresti loro dato.
Abusando con l’acqua ossigenata,
ti saresti data una bella sbiondata,
Alla Cresima lo spirito santo potevi incolpare,
ma di certo quel giallo uovo con si faceva per niente amare.
tutti furono stupiti del nuovo look fatale,
e tua madre comprese che una tinta seria non sarebbe stata male.








LICEO

Al liceo sei approdata
e la pazza che c’è in te si è scatenata,
molti spasimanti hai avuto,
anche se nell’amore non ci hai mai creduto,
Marcello il cuore ti ha spezzato
e tu per ripicca tutti i capelli hai tagliato,
per conquistare Dovigo i peli gli hai strappato
e il tavolo di cera hai macchiato


alla tua prima festa sei stata,
eri giovane ma ti sei subito ubriacata,
forse hai avuto un’allucinazione,
perchè a Wolf Chiarello hai cacciato un limone
poi le prime esperienze sono arrivate
e al limite dell’incesto sono state,
il capodanno con il botto è iniziato
e il tuo rapporto con il water è nato,
da lì i fuochi d’artificio sempre guardavi,
ogni anno in condizioni più gravi,
ma un anno un problema c’è stato
e un bel getto in faccia ti è arrivato (racconta).
ma il tuo amore per gli alcolici non è mai sparito
e la tequila tutto ti ha sempre chiarito,
anche di limoni eri appassionata
ma spesso li davi alla persona sbagliata (Camilla)
con lei una brutta storia è stata,
tanto che da scuola se n’è andata (bevi),
altri amori hai avuto,
per un periodo nel basket hai creduto,
tra canottiere e nasoni ti sei destreggiata
anche se non è mai durata.
poi al calcio ti sei appassionata,
e (strano ma vero) ti sei innamorata,
che parlare di lui altro non facevi,
e subito l’hai fatto cadere ai tuoi piedi,
ma un imprevisto non avevi calcolato,
e una famiglia hai sfasciato ,
alla fine tutto per il meglio è andato
e Guido non l’hai mai lasciato
Per colpa sua il sabato mai non venivi a scuola
E la Rivaroli di fartela pagare non vedeva l’ora.
Ai primi tempi eri una donna di chiesa
e al camposcuola hai tentato un’impresa
la vodka ad Assisi hai portato
e a fare gli orsetti con le amiche hai tentato
il risultato sperato non avete ottenuto,
se non altro avete bevuto.
In quell’occasione un altro guaio hai combinato,
Lo spazzolino nel cestino ti è cascato
Subito hai cominciato ad inveire
E con il Lisoform lo volevi pulire.
A scuola sempre te la sei cavata
Ma in quinta la tua media si è alzata
Se non fosse stato per una persona
Una di quelle con cui proprio non si ragiona
Chiodo proprio non lo sopportavi
Anche se la biologia tanto amavi
La PCR almeno te l’ha insegnata
E grazie a quella ti sei laureata

Il rischio e pericolo ti son sempre piaciuti
Mai abbandonati e sempre voluti
Sul tetto di un'amica sei voluta andare (chi? tinello)
E tra grida e risate ti sei fatta filmare
Di disavventure d'estate ne hai avute
Tante, troppe e ben conosciute

Finita la scuola da un amico hai festeggiato
E saltando su un trampolino la caviglia hai ammazzato (foto)
E quando l’Isabel il kebab stava mangiando
E nel vederlo tutta verde diventasti vomitando
Quelli del Gabibbo difficilmente dimenticheranno quella scena
Visto che l’entrata del negozio di sbocco giallo era piena.
Il gran caldo anche alla Lidl ti ha fatta andare
E un gran barattolo di arachidi hai deciso di comprare
Peccato il tuo stomaco non l'abbia digerito
E per volare a Parigi tre punture hai subito.
Sempre elegante ti volevi dimostrare
Al lago dicesti "non si deve scoreggiare!"
Ma uscendo dalla doccia la tua compostezza ti ha tradita
E chinandoti, improvvisamente, una scoreggia ti è partita.

Negli anni del liceo da vera sovversiva ti comportavi
e spesso quando uscivi gli outfit in giardino cambiavi
viso d’angelo ma sorriso da vipera
velenosa ma non proprio carnivora
eterna guastafeste per i non vegetariani
il periodo dell’università così cominciavi.

UNIVERSITA’

Tantissimi test d’ingresso hai sostenuto
ma il destino FERRARA per te ha voluto
Il primo anno in un appartamento a caso sei capitata
e a non poterti sedere sul water ti sei ritrovata
peli e “bestie” con la Bebo hai dovuto affrontare
finché al secondo anno dai due “zozzoni” siete dovute scappare
In via Ludovico Muratori sei approdata
e da qui la vita finalmente è un po’ cambiata
Una molisana in casa ti sei ritrovata e ne sei rimasta estasiata,
il Molise esiste per davvero
e Carla ne è la prova per intero.
Quante sigarette avete voluto fumare,
forse perché vi piaceva cazzeggiare.
Ma un bel giorno un signore non di bell'aspetto
vi parlò in modo scorretto,
Rosari e preghiere sentiva in modo insistente e voi con fare un po’ sorpreso
avevate capito che era tutto un malinteso
Urla e schiamazzi ambigui hai dovuto comunque sopportare
e la “regina del pop” in tuo soccorso hai dovuto invocare
Negli ultimi periodi in corridoio ti dovevi cambiare
se lo sguardo del maniaco volevi evitare
con gli anni però una nuova moda hai inventato
andando a letto con il cappotto quando con l’alcol avevi un po’ esagerato
ma la tua eleganza ci hai sempre mostrato
tant’è che un giorno bestemmiando hai fatto scappare il prete da tutto il vicinato.
Sigarette e caffè non dovevano mai mancare
tanto che un giorno l’ambulanza hai quasi dovuto chiamare
Con la tua bici hai sempre fatto la spericolata
che a vederti ancora viva ci fa pensare che tu sia miracolata
ma dal Paki sana e salva arrivavi
e una Desperados ogni volta ordinavi
anche se di false speranze ci hai riempito
“ ragazze sto arrivando”, ma in realtà hai sempre mentito
Anche da Nonno Umberto ti abbiamo aspettato
tanto che anche lui a una certa se n’è andato
Ultimamente non molto presto tornavi
e alle tre di notte urlavi “raga ho dimenticato le chiavi”
In cucina ti sei dovuta dilettare ma forse era meglio lasciar stare
ti se pure iscritta in palestra
ma il tuo sport preferito è sempre stato bruciare la minestra
Lezioni infinite hai dovuto sopportare
e anche quella palla di Lara che ogni volta veniva da te a pranzare
nemmeno la notte riuscivi a riposare
perché a fondere la batteria del Mac stavi a pensare
Di giorno le cellule tumorali ti dilettavi a coltivare
ma poi con dispiacere le hai dovute buttare
anche il DNA di una banana in frigo hai conservato
e pure questo Dilan si sarebbe mangiato
Con le tue coinquiline hai tanto cantato
che l’ubriacone che ci abitava di fianco si è pure lamentato
ma noi non ci siamo fatte spaventare
e sempre più feste abbiamo deciso di improvvisare
Muovere il culo ti è sempre piaciuto
e danza kuduro ti ha dato un aiuto
così il twerk non è mai stato uno sforzo non voluto
Finalmente il periodo del tirocinio è arrivato
e anche lì di fare danni non hai evitato
Tanti erasmus hai conosciuto
e quante birre poi hai bevuto
Anche delle banane marce ti hanno regalato
che tu non hai proprio tanto apprezzato
ma che poi hai comunque mangiato
Sei stata il terrore della segreteria
che dal laboratorio voleva cacciarti via
perché mille volte il badge hai dimenticato
tant'è che diverse copie in casa hai accumulato.
Oggi è arrivato questo giorno speciale
e dottore del buso del cul ti possiamo cantare !!
Non vediamo l’ora di festeggiare
ma attenzione a non esagerare
che sennò la Luci una puntura nel culo ti dovrà fare

Le tue amiche ti ringraziano e si scusano,
per le bestie che le hai viste mangiare
e per le sbobbe che ti dovevi preparare
ti ringraziano tanto anche per le grasse risate,
che con la tua pazzia ci hai contagiate
Senza di te sarebbe stato tutto un po’ più noioso
con le sbobbe e il tofu contagioso
Infine il santo Guido devi ringraziare
che per tre anni interi ti è stato a sopportare
Bevi tu per quanto lui ha patito
e fallo bere ancora perché di soffrire non ha ancora finito.
BEVI DOTTORESSAAAAAAAAA!!!


ESPRESSIONI
“Sono Bella, Lo so!” (pettinandoti alla specchio a 5 anni)
Oh cristo!,
E adesso cosa faccio?
Luigi “becille”! ,
Oh gesù!
Zio Lullu
10 di mattina
Vado a chiedere il Lysoform!
Sto facendo l’application!
Brucchiare
Cinghiala obesa facocera
Cucno

SI RINGRAZIANO
Zac Efron, Riccardo P., la Rivaroli, Marcello, la Timer, la Camilla, la Diana, Unife, Greys Anatomy, Glee, Stefano V.,
i fratelli Salvatore con Katherine e tutta Mystic Falls, le Camel Blue, il gruppo F.A.C.E.,
Chicks Before Dicks, Chiodin, Saoncella e la Saoncella,
Hercules, Yeah! (Ti Tuc - Ti Tuc🎵), le certificazioni eco-bio-green, le muffe e i protozoi, il British Council, il Rettore

SE NE SBATTONO
Buona parte degli amici, quasi tutta la famiglia, le Pischer, la Cassie, Osvaldo, l’Adelaide,
Scarabello, Lady Gaga, Macklemore, i Paramore, gli One Direction, La Vitali, la maestra Flavia,
la Sturaro, i tensioattivi, Lehninger e il suo “ Principi di biochimica”, il test di Wilcoxon e la correzione di Bonferroni,
le due linee cellulari, la Granella, la Manager Didattica, daenerys targaryen e cersei lannister,
Liz dell'ielts exam preparation .

Ritorna alla lista dei papiri

Programma per impaginare il papiro


Papiro di laurea con 9 paragrafi di testo