Testo e rime del Papiro di Laurea

Tags: ringraziamenti papiro di laurea, esempi di testo, spunti frasi per papiro, frasi divertenti



Cari amici e amiche che ascoltate
State fermi e non vi agitate
Sappiamo che fremete di gioia
E che questa giornata non sarà di noia

Oggi infatti si è laureato il nostro Alberto
E per un po' da noi sentirà questo concerto:
“Dottore, Dottore
Dottore del buso del cul
Vaffancul Vaffancul”

Sa volete sapere com’è andata
Adesso vi farete una gran risata
Mettetevi tutti comodi e seduti
Per sentire del papiro i contenuti


INFANZIA

Il 14 marzo 96 è nato un bambino
Che a dire dei genitori era tenero e piccino
Che poi sia diventato quel diavoletto che è
Di sicuro colpa loro e vostra non è

Ma ricordiamolo ancora innocente
Lui per gli altri era sempre presente
Pieno di amici con cui giocare
Ma dai nonni doveva restare

Un giorno una civetta hanno trovato
E per un po' lui se n’è occupato
Poi da solo ha chiamato il wwf di alvisopoli
Per riportarla in mezzo agli altri popoli

Loro gli hanno riservato le cure
Per l’occhietto con disavventure
Cosi poi ha riacquisito la sua libertà
Ed ha volato fino a là (vedi foto)

Con gli amichetti era uno spasso
E in giro per Concordia faceva il pajasso
All’asilo aveva il cuore di una conquistato
Ma il bacino con Marta purtroppo non è scattato

ELEMENTARI

Cosa dire poi di quella interpretazione
Che lo portò in scena come il cigno Gastone
Quell’animaletto che avevano distinto
Immerso nella natura nel lago di Cinto

Di garza e stoffa eran le piume del vestito
E tutti per la sua bravura hanno applaudito
Ha messo pure Giugliacci in scena
E con la giacca non facevi pena

L’emozione non prese il sopravvento
Grazie al faticoso allenamento
Ci era voluta tanta preparazione
Prima di entrare davvero in azione

Di Yo-Gi-Oh e dei pokemon erano i tornei
Quanto sarebbe bello tornar putei
Tuttora lui ci giocherebbe
Ma il tempo non gli basterebbe

Nonostante fosse pieno di impegni il diario
Lui non era mai il ritardatario
Tra la piscina, parrocchia e compleanni
Aveva anche il tempo di combinare malanni

MEDIE

26 settembre è per lui una data significativa
Perché la sua Charlie quella domenica partoriva
Sono quindi nati sei stupendi cagnolini
E lui era entusiasta nel tenerli vicini

Purtroppo, uno è venuto a mancare
Ma l’ultimo saluto gli ha voluto dare
Con la mamma e papà nel giardino
Hanno messo sottoterra il cuoricino

Se qualcuno osava toccare la tua cresta
Gli si scatenava contro una tempesta
Come una furia contro di lui ti scatenavi
Perché con sacrificio i capelli la mattina preparavi

Forse è stato in questi felici anni
Che già ti vedevi un Dongiovanni
Una moglie sognavi e al nome dei figlioli pensavi
Ma spiega perché Bellerofonte e Morgana amav
i
È questo il motivo per cui Francesca
Ha concluso la vostra tresca?
Il tuo cuore in frantumi è andato
Ma con altre si è poi aggiustato



Dobbiamo poi sfatare un mito
Il copiare era per te un rito
Ma non in tutte le materie
Solo in quelle poco serie

La disposizione era programmata
Con Fili e il Lerry l’avevi studiata
Durante scienza il buon Peressini
Non si preoccupò nel vedervi vicini

Così hai ottenuto un ingente guadagno
Copiando dal foglio del tuo compagno
Spiega un attimo quanto hai pagato
Per prendere un nove così immeritato

Per festeggiare i tuoi diciotto
Abbiamo fatto un bel casotto
Pur di vederlo davvero schifato
Un assorbente gli abbiam regalato

Sapevamo della sofferenza
Già dai tempi dell’adolescenza
E il ketchup ovunque in superficie
Non lo rese per niente felice

Ma se il regalo voleva guadagnare
Questo ed altro doveva fare
Così la dignità mise da parte
E il finto sangue leccò con arte

Mentre finiva il quinto anno
Alla matura è successo il danno
Era troppo brilla la tua conquista
Così sei stato dietro a lei in pista

L’eroica azione non è bastata
Infatti, alla fine non te l’ha data
Un ringraziamento era gradito
Ma ormai l’amore era finito

Da quel giorno hai solo studiato
E con un voto alto ti sei diplomato
Il passo era breve da lì a professore
E stavi già sentendo di laurea l’odore

UNIVERSITA’
Con Fili, Ele, Bobby ed Enrica
Mangiare in giro non era fatica
Tanti cibi avete sperimentato
Ma il Cinese avete amato

A Caorle spesso vi trovavate
E le figura d merda non son mancate
Come quella volta al locale sciccoso
In cui il cibo era troppo costoso

Con le amichette affezionate
Siete usciti a gambe levate
In salvo il portafoglio adorno
E l’aragosta un altro giorno

Il bagnino facevi in estate
E anche lì quante risate
Con le tue frasi standard in tedesco
E il tuo fare sempre furbesco

Come dimenticare l’abbronzatura
Il segno restava e facevi paura
La stessa che fai venire ai tuoi
Ogni volta che sei in giro con noi

Perché anche se fai un solo salto
Per parare la palla in alto
Cadi per terra con la caviglia rotta
E l’Olimpiadiocesi si è interrotta

Concludiamo qua la storiella
Altrimenti la fine non sarebbe bella
Dovremmo scrivere di questo momento
E sappiamo che non ne saresti contento

Meglio cantare una bella canzone:
“Dottore, Dottore,
Dottore del buso del cul
Vaffancul Vaffancul”



Università degli Studi di Udine

SUPERIORI

La D fu proprio la sua sezione
E ciò creò non poca confusione
La C era la sua lettera preferita
E la scriveva sui banchi con la matita

Neppure la lavagna era indenne
Da questo suo fare solenne
L’imperatore conquista di diritto
Ogni parte lasciata senza affitto

Secondo il bidello doveva essere recluso
Quando la porta a Filippo tirò in muso
Per questo chiese al malcapitato
Se per caso lo avrebbe denunciato

Dalla paura lo disse alla mammina
Che subito fece una chiamatina
La punizione non gli toccò
Ma solo un gigantesco sfottò





CITAZIONI

Cosa vuoi, devo studiare io eh
Guarda che Ronchis fa comune
Vuoi vedere che con questa frase sarai mia?
Ma voi donne perdete sangue… che cosa orribile
Ma sei fuori?
Gomito, gomito, gomito

RINGRAZIAMENTI

Invece dei soliti ampollosi saluti a tutti
Noi vogliamo essere ancora cattivi e brutti
Per questo invece che ringraziare
Vogliamo ancora farti penare

Quindi siamo felici che ti han fatto studiare
Così ora ti possiamo torturare…
Per metterti alla prova noi ti affidiamo
Queste frasi da tradurre mentre ascoltiamo

Sappi fin da subito che se sbaglierai
Altre pene dell’inferno subirai
Divertiti a darci qualche spiegazione
E dimostrarci che eri attento a lezione

1) ab honesto virum bonum nihil deterret
2) Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?
3) in vino veritas







Di un compleanno abbiamo ricordo
E di farti ballare eravamo d’accordo
Quindi statevene tutti bene attenti
Arriva la bomba che lascia sgomenti

Non era portato per la pallavolo
E non la prendeva mai al volo
Così rideva Laura sotto il baffo
e ricevette un impulsivo schiaffo

subito dopo si è pentito
e le scuse abbiamo sentito
ora puoi dirlo che non eran sincere
ma che hai dovuto farle per dovere

Chiedeva sempre “Hai un fazzoletto?”
Al compagno di banco poveretto
Lui affermativamente rispondeva
E con la faccia uno solo rimaneva

Quella volta però ha cambiato
E con le caramelle ci ha provato
La bobby con una sola nella manina
e lui tutte le altre nel pancino


Il suo obiettivo di vita migliore
Era il conquistare con le parole
Ci sapeva fare con le ragazze
Ed erano di lui tutte pazze

Una giovane fidanzata
Ha a lungo tanto amata
E quei grandi suoi occhioni
Gli smuovevano gli ormoni

Ma con l’orso yoighi suo moroso
Non facevi mai il coraggioso
Te ne stavi in un angolino
Oppure giocavi a nascondino


oggi, 21 Novembre 2018

è Dottore in Lettere curriculum storico

Ritorna alla lista dei papiri

Programma per impaginare il papiro


Papiro di laurea con 10 paragrafi di testo